Maltempo, evacuazioni a Imola e nel faentino: si raccomanda la massima prudenza

4' di lettura 02/05/2023 - di Cristiano Somaschini e Vania Vorcelli RAVENNA - La zona della Romagna faentina e della Bassa Romagna sono quelle che destano i maggiori allarmi per il maltempo.

Anche in vista della notte. Le abbondanti piogge di queste ore hanno provocato piene di torrenti e corsi d'acqua, dal Lamone al Marzone, e si è già dovuto procedere anche ad alcune evacuazioni, informano gli enti locali, mentre sono diversi gli scantinati allagati e la case irraggiungibili. Molti i post sui social con foto e video che testimoniano una situazione davvero critica con il peggio forse ancora da venire. Dunque le strutture di Protezione civile raccomandano a tutti la massima prudenza, di prestare particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua e di non accedere ai capanni. Arriva anche l'invito a non mettersi alla guida a meno che non sia strettamente necessario e, nel caso, a prestare attenzione alle strade eventualmente allagate e non accedere ai sottopassi allagati. A Ravenna la situazione pare un po' più tranquilla. Il Centro operativo comunale si è riunito nel tardo pomeriggio per fare il punto. E operativi ci sono anche il Ccs, il Centro coordinamento dei soccorsi in capo alla Prefettura, l’Agenzia regionale di protezione civile, i volontari e tutti i soggetti a qualsiasi titolo competenti. La situazione, dunque, continua a essere sotto "costante e attento monitoraggio", per verificare che il deflusso dei corsi d’acqua sia regolare e che le condizioni degli argini siano adeguate. E per il momento il territorio del Comune di Ravenna appare "sotto controllo": il livello del Lamone sta continuando a crescere nel faentino e a Ravenna dovrebbe raggiungere la piena nella giornata di domani, ma per ora non desta particolari preoccupazioni; la situazione del Montone risulta migliore, dal momento che nella zona sud-est della regione le precipitazioni sono state meno intense. In ogni caso si provvederà, anche con l’ausilio della Polizia locale, a un monitoraggio costante anche nelle ore notturne.

MALTEMPO. EVACUAZIONI ANCHE A IMOLA, ALLESTITO CENTRO ACCOGLIENZA Allagamenti e esondazioni a Imola, dove il Comune ha provveduto a evacuare alcune famiglie dalle zone ritenute più a rischio. "E' stato attivato un primo presidio di appoggio, per ristoro e accoglienza, nel Centro civico cittadino di Sesto Imolese", informa il sindaco, Marco Panieri, facendo il punto della situazione e invitando i cittadini alla massima prudenza nelle prossime ore. "La Protezione civile di Imola, già dalle prime ore di questa mattina, è in campo per monitorare le zone critiche e sta già intervenendo da questa mattina, insieme alle forze dell’ordine, dove si sono già verificati allagamenti. Nello specifico stiamo parlando di Spazzate Sassatelli, via Casola Canina e via Merlo nei pressi del torrente Sillaro nei tratti di nostra competenza e dove l’argine ha ceduto", spiega Panieri. "Ovviamente è attenzionata e monitorata la situazione relativa al fiume Santerno, lungo via Graziadei e tutto l’argine cittadino", assicura il primo cittadino. "Seguo l’evolversi degli eventi e mi sono recato personalmente sui luoghi interessati per verificare la situazione e coordinare, insieme agli operatori e ai volontari della Protezione civile e delle forze dell’ordine, le operazioni di supporto e assistenza ai residenti. Comprendo la sofferenza e il disagio di queste ore di tanti", è il messaggio di Panieri ai cittadini. "Visto il quadro di questo momento, nelle prossime ore invito tutti i cittadini alla massima prudenza, ad attenersi alle disposizioni che arrivano dalle autorità competenti, a non minimizzare o ignorare le comunicazioni che dovessero arrivare per la vostra zona di residenza, a stare lontano dagli argini dei corsi d’acqua e dal lungofiume del Santerno", raccomanda agli imolesi, invitandoli a fare riferimento alla brochure informativa della Protezione civile di Imola, 'Perché rischiare?', che elenca i comportamenti da tenere in situazioni di pericolo, oltre ai numeri telefonici e i contatti utili a cui rivolgersi. "Per chi abita nelle vicinanze di fiumi, torrenti e rii, è chiesto di prestare attenzione nel caso in cui i corsi d’acqua dovessero oltrepassare gli argini e a rimanere reperibile", chiede il sindaco, che promette aggiornamenti sui social e sui canali del Comune.






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 02-05-2023 alle 20:19 sul giornale del 03 maggio 2023 - 34 letture

In questo articolo si parla di attualità, agenzia, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/d6FO





logoEV
qrcode