SEI IN > VIVERE IMOLA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Confartigianato inaugura la rotonda Altiero Spinelli

4' di lettura
76

La rinnovata rotonda intitolata ad Altiero Spinelli, porta d'accesso in città lungo la via Emilia provenendo da Bologna, verrà inaugurata venerdì 22 settembre alla presenza di Marco Panieri, sindaco di Imola, Pierangelo Raffini, assessore ai Lavori pubblici, Centro storico e Attività produttive del Comune di Imola, Davide Servadei, presidente di Confartigianato Emilia-Romagna, Tiziano Poggipollini, presidente di Confartigianato Bologna Metropolitana, e Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Bologna Metropolitana.

Il taglio del nastro si terrà alle ore 18, nei pressi della rotonda, a cui seguiranno un saluto di Marco Panieri e gli interventi di Davide Servadei e Tiziano Poggipollini. Alle ore 18.30, nei giardini antistanti la Casa delle Imprese (viale Amendola 56/D), la Confartigianato offrirà un aperitivo a tutti i presenti. A seguire, nello stesso luogo alle ore 21 circa, avrà luogo il concerto del gruppo "Joe Dibrutto". La rinnovata rotonda "Altiero Spinelli" L'intervento sulla rotonda "Altiero Spinelli" è stato commissionato ad Alba Progetti da Confartigianato Bologna Metropolitana, che ha aderito al bando del Comune di Imola 'Adotta una rotonda' per la gestione e personalizzazione delle rotonde cittadine.

"La scelta di adottare questa rotonda è stata quasi naturale - spiega Tiziano Poggipollini, presidente di Confartigianato Bologna Metropolitana -, perché si trova a pochi metri dalla nostra Casa delle Imprese e abbellisce una delle porte d'accesso più importanti alla città. Volevamo fosse un segno distintivo e aggiungesse valore a un territorio accogliente e pronto alle nuove sfide. Altiero Spinelli, a cui la rotonda è intitolata, fu un politico capace di vedere oltre gli steccati nazionalisti, aprendo il Paese a un'idea di Europa federale e diventando così uno dei padri fondatori dell'Unione europea. Siamo molto orgogliosi che il nome di Confartigianato venga legato al suo, in un'opera così fortemente connotata all'internazionalizzazione e all'apertura verso il mondo".

"Vogliamo ringraziare Confartigianato Bologna Metropolitana per avere aderito alla manifestazione di interesse per 'Adotta una rotonda' e per averlo fatto scegliendo anche di dare un ulteriore valore aggiunto a questa adesione, finanziando l'illuminazione della rotonda stessa e il mantenimento della potatura di parte di viale Amendola. Si tratta di una scelta che conferma la forte attenzione di Confartigianato Bologna Metropolitana al territorio in cui è inserita ed alla Comunità di cui è soggetto protagonista. Confidiamo che in questo modo possa proseguire l'interesse di aziende e privati verso 'Adotta una rotonda', per continuare a contribuire tutti insieme a rendere la nostra città sempre più curata e vissuta come patrimonio condiviso" dichiarano il sindaco Marco Panieri e l'assessore ai Lavori pubblici, Pierangelo Raffini. Il lavoro svolto Dal punto di vista visivo, oggi chi entra in città da Bologna percorrendo la via Emilia vede il nome di Altiero Spinelli affiancato a quello di Confartigianato e ha una perfetta visione della bandiera europea con le sue stelle, illuminate da un lampioncino che si alza da terra grazie a un paletto. Chi esce da Imola vede una seconda insegna Confartigianato, realizzata in acciaio corten di colore marrone, composta da lettere scatolari in alluminio blu retroilluminate da una luce indiretta.

"Questa rotonda è particolarmente significativa perché rappresenta una sorta d'ingresso in città, essendo collocata sulla via Emilia a pochi chilometri dal centro storico. A noi è stato chiesto di qualificare un'opera che già esisteva e nello stesso tempo rendere visibile il marchio di Confartigianato, che ha la propria sede a poche decine di metri di distanza e che si accollerà i costi di gestione e manutenzione del manufatto. Siamo stati consapevoli fin dall'inizio dell'importanza di questo intervento in quanto rappresenta una sorta di cartolina d'ingresso nella città. Ogni progetto deve sempre trovare delle soluzioni per risolvere le complessità, per dare armonia al tutto, avere una sua funzionalità e visibilità senza essere d'intralcio. Deve garantire un inserimento armonico nel contesto nel quale sorge", spiegano Christian Tassinari e Arnaldo Maddanu, due dei soci della cooperativa Alba Progetti che ha la sua sede in via Emilia 25 a Imola. La rotonda sarà completata con la piantumazione del verde, che verrà fatta nei tempi dettati dalle condizioni climatiche. Le ditte che hanno collaborato a questo progetto sono Zini Elio di Imola per il movimento terra, le parti edili, i lavori con la resina e l'impiantistica. Le insegne sono state realizzate dalla ditta Arcadia di Ravenna. Agriflor curerà la realizzazione del verde.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-09-2023 alle 07:35 sul giornale del 22 settembre 2023 - 76 letture






qrcode